laboratorio_di_cioccolato_con_bambini_a_bruxelles

Laboratorio di cioccolato con bambini a Bruxelles

Nella “fabbrica di cioccolato” per imparare i segreti dei maestri cioccolatieri

Hai mai letto il libro “La fabbrica di cioccolato”? Adoro la parte quando Charlie trova il biglietto dorato all’interno della tavoletta e il sogno ha inizio. I cancelli della fabbrica si aprono per rivelare i suoi segreti.

Entrando dalla porta della cioccolateria Zaabar e del loro laboratorio The Belgian chocolate makers di Bruxelles, ci siamo sentiti un po’ come Charlie Bucket quando insieme a suo nonno, conosce l’originale proprietario della fabbrica: Willy Wonka. Ci troviamo in un mondo colorato e dolcissimo, fatto di cioccolato.

laboratorio_di_cioccolato_con_bambini_a_bruxelles

All’ingresso vediamo le creazioni tutte autunnali degli artisti che lavorano qui. C’è un gufetto nella sua tana e dei funghetti colorati…tutto realizzato a mano in cioccolato delle migliori qualità. Quanta arte e quanta bellezza.

laboratorio_di_cioccolato_con_bambini_a_bruxelles

le creazioni autunnali

Ci muoviamo tra i coloratissimi, deliziosi scaffali. Ci sono le tavolette di cioccolato color arcobaleno, sacchetti pieni di truffles di ogni tipo, scatoline eleganti con cioccolatini prelibati e lecca lecca a forma di zucca e vampiro, visto che oggi è halloween. Che profumo, questo è davvero il regno dei balocchi per i bambini! Sembra quasi che da un momento all’altro si possano scorgere gli Umpa Lumpa a lavoro.

laboratorio_di_cioccolato_con_bambini_a_bruxelles

le eleganti scatole di cioccolatini

Laboratorio di cioccolato con bambini a Bruxelles: per tutti i gusti

Non puoi sapere di aver conosciuto il vero cioccolato se non hai provato questo. Io Fabio e Manuele, siamo grandi amanti del cioccolato e pensavamo di aver provato tutti i gusti possibili. Ci sbagliavamo, qui esiste una grandissima varietà di sapori, un po’ come le caramelle tutti i gusti più uno di Harry Potter. Chi l’avrebbe detto che potesse esistere la cioccolata al pepe rosa o al coriandolo. Ne abbiamo assaggiato una alla salvia e perfino alla lavanda, per non parlare della cioccolata speziata all’anice, al curry, o con qualsiasi ripieno alla frutta.

laboratorio_di_cioccolato_con_bambini_a_bruxelles

Il Belgio si sa è la patria del cioccolato ed oggi siamo pronti a vivere una nuova bellissima esperienza. Ci trasformeremo in cioccolatieri per un giorno. Impareremo a fare i cioccolatini sotto la guida di veri e propri maestri del cioccolato. La nostra insegnante è Elisabetta, una ragazza italiana che grazie ad un Erasmus ha avuto la possibilità di venire in Belgio. Successivamente ha trovato lavoro proprio in questa meravigliosa cioccolateria e si è trasferita qui.

laboratorio_di_cioccolato_con_bambini_a_bruxelles

Elisabetta e lo staff della cioccolateria Zaabar The Belgian chocolate makers ci accolgono, ci fanno indossare il grembiule e una cuffietta (per una questione di igiene, qui sono precisissimi) dopodiché ci avviciniamo al banco di lavoro. Eccoci pronti per cominciare. Grazie ad Elisabetta il nostro laboratorio di cioccolato con bambini a Bruxelles è in italiano. Siamo fortunati, così è più semplice per Manuele e Davide comprendere ed imparare.

laboratorio_di_cioccolato_con_bambini_a_bruxelles

I 4 tipi di cioccolato

Alle spalle del bancone di marmo nero ci sono quattro macchine che mescolano i 4 tipi di cioccolato. Scopriamo che oltre al cioccolato fondente, bianco e al latte, c’è un altro tipo di cioccolato dal colore rosa. La nostra maestra del cioccolato ci spiega che si tratta del ruby chocolate, il quarto tipo di cioccolato scoperto da poco. Il sapore ricorda molto quello del cioccolato bianco.

laboratorio_di_cioccolato_con_bambini_a_bruxelles

cioccolato bianco, al latte, ruby, fondente

Elisabetta prende alcune fave della pianta del cacao e ci spiega tutto sull’origine del cioccolato e la sua lavorazione.

Laboratorio di cioccolato con bambini a Bruxelles: fasi di lavorazione del cacao

I semi del cacao vengono messi in una cassa a fermentare per una settimana-10 giorni, mescolando di tanto in tanto per rendere la fermentazione omogenea. Successivamente vengono essiccati al sole a ore alterne, per circa due settimane. Il cacao però è ancora acido prima di essere tostato. Una volta essiccati, i semi vengono messi nei sacchi e mandati nei centri di distribuzione. Arrivano ad Amsterdam e successivamente in Belgio.

laboratorio_di_cioccolato_con_bambini_a_bruxellesArrivati nelle industrie belghe i semi vengono tostati a 180° per pochi minuti, in modo da uccidere eventuali batteri, mantenendo però intatto l’aroma. I semi vengono poi spellati per ottenere le fave di cacao. Successivamente le fave di cacao vengono concate in un mulino a biglie per 48 ore, ovvero vengono macinate finemente. All’interno della fava di cacao troviamo il 50% di burro di cacao e il 50% di cacao in polvere. Pian piano attraverso la macinazione e il calore, il cacao diviene liquido. Aggiungendo lo zucchero a questa massa di cacao pura al 100% si ottiene il cioccolato.

laboratorio_di_cioccolato_con_bambini_a_bruxelles

Come già detto esistono 4 tipi di cioccolato, il fondente, quello a latte, il cioccolato bianco, e il ruby.

Il cioccolato bianco è fatto esclusivamente con il burro di cacao, ma privo di polvere di cacao.

Il cioccolato ruby ha un colore rosato, dato dalla macinazione delle fave di cacao, che hanno un colore violaceo. Quello che prima nessuno era mai riuscito a fare, è mantenere questo colore rosa naturale, che scompariva durante la lavorazione. Oggi un’industria è riuscita a trovare una formula per mantenere il colore. Come riescono a creare questo cioccolato, rimane tutt’ora top secret. In Italia si trova difficilmente, lo si può trovare in un particolare tipo di bacio della Perugina o kit kat, anche se è più industriale e meno pregiato di quello che si trova davanti a noi. Il cioccolato ruby contiene burro di cacao e cacao in polvere.

laboratorio_di_cioccolato_con_bambini_a_bruxelles

alcuni momenti durante la creazione dei cioccolatini

Ogni tipo di cioccolato viene sciolto e poi temperato ad una precisa temperatura. Elisabetta comincia a temperare il cioccolato fuso, lo stende sul marmo e lo lavora con una spatola. Questo serve a rendere il cioccolato più aromatico e per fare in modo che una volta colato all’interno di uno stampo, si possa successivamente staccare facilmente, rimanendo lucido. Quando arriva alla giusta densità e temperatura, è pronto per essere inserito negli stampi e per creare i cioccolatini. Il cioccolato fondente resiste meglio alle temperature fredde durante la lavorazione e tende a solidificarsi con più lentezza, a differenza del cioccolato bianco e del ruby.

Laboratorio di cioccolato con bambini a Bruxelles, la nostra esperienza

Ora non ci resta che apprendere dalle sapienti mani di Elisabetta, cominciamo a fare i nostri cioccolatini e le tavolette. La passione che questa giovane ragazza mette nel suo lavoro è contagiosa. Vicino a noi c’è un vassoio con tantissimi recipienti, contenenti i vari ingredienti da aggiungere alle nostre creazioni. Non ci resta che scegliere.

laboratorio_di_cioccolato_con_bambini_a_bruxelles

Io preferisco la cannella, lo zenzero e le banane secche, Fabio la granella di pistacchio e la frutta secca, Manuele i confettini colorati e le scaglie di meringa, Davide le caramelle. Inutile dire che ce n’è per tutti i gusti. Elisabetta crea delle eleganti decorazioni sul retro di una tavoletta di cioccolato al latte.

laboratorio_di_cioccolato_con_bambini_a_bruxelles

la tavoletta di cioccolato decorata da Elisabetta davanti ai nostri occhi

Noi pasticciamo un po’ con le sac a poche, ma ci divertiamo tantissimo. Manuele è molto interessato e si impegna tanto per realizzare i suoi cioccolatini a forma di Topolino, i lollypop e a versare il cioccolato fuso in un grazioso stampo a forma di macchinina. Impariamo anche a fare i golosissimi truffles, (tartufi) li immergiamo nel cioccolato fuso per poi ricoprirli con scaglie di meringa, cocco o cacao in polvere. Che delizia! Sfido chiunque a riuscire a non leccarsi le dita.

laboratorio_di_cioccolato_con_bambini_a_bruxelles

un particolare della cioccolateria

Alla fine del workshop incartiamo le nostre dolci creazioni, per gustarle una volta arrivati a casa. Riceviamo in dono anche i nostri grembiuli, che custodiremo gelosamente. Ci ricorderemo di questo giorno ogni volta in cui indosseremo questi eleganti grembiuli per provare a fare i cioccolatini e ci sentiremo un po’ cioccolatieri anche noi.

laboratorio_di_cioccolato_con_bambini_a_bruxelles

la fase finale, il confezionamento dei cioccolatini

Manuele ha gli occhi che brillano, non vorremmo andare più via. Con una bella scorta di cioccolato tra le mani, salutiamo Elisabetta e gli altri straordinari artisti del cioccolato di The Belgian chocolate makers. Ricorderemo sempre con gioia questa giornata.

laboratorio_di_cioccolato_con_bambini_a_bruxelles

il volto di Manuele dice tutto!

Consigliamo vivamente a tutti i golosi piccoli e grandi aspiranti cioccolatieri, di partecipare a questo interessante e divertente laboratorio. Vietato non provare il favoloso cioccolato!   Date uno sguardo al loro sito.  

Buon viaggio in Belgio e buon viaggio nel mondo del cioccolato!

Comments (2)

  • Avatar

    Non siamo mai stati in una cioccolateria: è un’esperienza da provare!!

    Rispondi
    • all'arremviaggio

      Un’esperienza che ti consigliamo assolutamente di fare. The Belgian chocolate makers della cioccolateria Zaabar offre un laboratorio ed un’organizzazione impeccabile!

      all'arremviaggio
      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart